Venezia, gara perfetta contro il Nizhny, ma non basta per ribaltare il -23 della partita di andata

Avatar Giuseppe Malaguti | 13 Marzo 2019 27 Views 0 Likes 0 Valutazioni

Vota


 

Nell’ottavo di finale di Champions League gara di ritorno, al Taliercio di Mestre, la Reyer Venezia gioca una grandissima gara vince 84-66 contro il Nizhny Novogorod ma non basta per ribaltare il -23 dell’andata. Superba prestazione di Stefano Tonut autore di 26 punti con 8/15 dal campo.
Per il Nizhny il migliore è il montenegrino Dragicevic che sigla 21 punti con 11/12 dalla lunetta.

Primo quarto : Coach De Raffaele parte con questo starting five : Haynes, Stone, Bramos, Mazzola e Vidmar. Coach Lukic risponde con : Perry, Baburin, Uzinskii, Hummer e Dragicevic. Parte meglio Venezia che si porta sul 5-2, Novgorod risponde con un parziale di 6-0 (5-8) al 6’. La Reyer è scatenata, mette sul campo una grande difesa e velocemente ottiene un parziale di 14-0 che vale il (19-10). Il tempo finisce sul 19-12.
Secondo quarto : apre il canestro di uno scatenato Tonut che porta sul +9 al massimo vantaggio Reyer, Komolov da tre accorcia, il 2+1 di Hummer riporta i russi sotto, a -4. Timeout De Raffaele. Strebkov, appena entrato, sigla i punti del -2. Il solito Stefano Tonut mette i punti del 28-23 al 15’, e poi, la bomba di Bramos vale il +8. Tonut dall’arco porta i suoi sul 34-25 . Baburin, sulla sirena, segna il canestro del 37-31.
Terzo quarto : si parte con un 5-2 Reyer, Bramos sigla la bomba per il +9, il solito Baburin, per in Nizhny, segna il canestro del -6, 49-41 al 25’. Watt e i liberi di Tonut danno il massimo vantaggio orogranata sul +10 53-43.
Vidmar mette il 2/2 per il +12. Nel finale De Nicolao riesce a segnare un 2+1 per il 60-47 ma, subito dopo, commette fallo sul tiro da tre di Perry che converte tutti e tre i liberi. Si chiude sul 60-50.
Quarto quarto : Venezia rimane sempre sul +10 fino al 33’. Il 21esino punto di Tonut porta sul +12 la Reyer. Vidmar, da sotto, per il +13. La tripla frontale di Strebkov porta a -10 il Nizhny. Il contropiede di Tonut da il +14 (73-59) a 3’16”. Novgorod amministra tutti i possessi fino ai 24 secondi.
Tonut continua a segnare (76-62), poi Watt per il +16 a 1’35” dalla sirena finale. Watt per il +18 (80-62) a 45”. De Nicolao, da sotto, sigla il canestro del +18 (84-68) a 20”. Il Nizhly perde palla, ma Daye, nel possesso successivo sbaglia la tripla del +21. Finisce 84-66.

Umana Reyer Venezia – Nizhny Novgorod    84 - 66   (19 - 12, 37 - 31, 60 - 50).

Venezia : Haynes 3, Stone 3, Bramos 10, Tonut 26, Daye 11, De Nicolao 10, Vidmar 4, Biligha 2, Giuri, Mazzola, Cerella, Watt 15.
Coach Walter De Raffaele.
Novgorod : Komolov 5, Astapkovich 5, Zhbanov, Uzinskii 3, Dragicevic 21, Strebkov 5, Toropov 5, Gerasimov ne, Hummer 8, Czerapowicz, Baburin 11, Perry 8. Coach : Zoran Lukic

MVP : Stefano Tonut


Scritto da Giuseppe Malaguti

  • © 2013 - 2018 A.S.D. OMNIA SPORTS - C.F./P.Iva: 04258560616 - Tutti i diritti riservati
    Streambasket è testata giornalistica sportiva reg. Trib. Santa Maria C.V. n. 826 il 05/06/2014 - Direttore Responsabile: UMBERTO DE MARIA -
    email: streambasket@gmail.com Per la Redazione scrivere a: redazionestreambasket@gmail.com

    La collaborazione con il portale web StreamBasket.com è aperta a tutti ed è totalmente gratuita e non retribuita.
    Pertanto l'Associazione Sportiva Dilettantistica OMNIA SPORTS e la sua Direzione non sono vincolati verso coloro che producono articoli scritti e servizi in video ed audio, salvo accordi sottoscritti in precedenza.