JUVECASERTA – Ritorna il basket a Caserta. Maggiò ringrazia Iavazzi.

Avatar Umberto De Maria | 19 gennaio 2018

62 Views 0 Valutazioni Vota

Foto GENNARO BUCO

Ad appena 6 mesi dall’esclusione della Juvecaserta dal massimo Campionato di Pallacanestro italiano, la Legabasket, a Caserta si torna a “costruire” una Società cestistica che ridia voce a tutti gli appassionati dello sport dei giganti in “Terra di Lavoro”. Nessun Consorzio, nessun “magnate” in campo, ma due imprenditori che hanno accolto il richiamo del neo presidente della Provincia di Caserta, l’avvocato Giorgio Magliocca, già Sindaco di Pignataro Maggiore, un paese a nord di Caserta. Magliocca, anche se dimostra dal punto di vista sportivo, di non essere molto addentrato al basket, ha mille motivazioni e mille intenzioni di far riaccendere le luci al Palamaggiò, impianto sotto ‘Curatela Fallimentare’ già da molti anni e dato in gestione da sempre alla Juvecaserta e quindi al presidente Raffaele Iavazzi.

Ma torniamo alla rinascita di Caserta cestistica; in pratica entro il 30 Gennaio p.v. questi due imprenditori (ancora “sconosciuti” alla ‘piazza’ per loro volontà, acquisteranno la società di Pallacanestro Dynamic Venafro che attualmente milita nel Campionato di Serie B ma non in felice posizione di Classifica. Infatti la squadra è penultima in classifica a 6 punti e in questi giorni la nuova Società ricorrerà ai rinforzi. Ma chi sono le ‘pedine’ di questa “Nuova Juvecaserta”? Il Presidente onorario è Gianfranco Maggiò, l’uomo dello Scudetto, l’unico del Sud Italia che la Caserta cestistica può vantare ancora in quanto nessun’altra squadra del Sud del nostro ‘Bel Paese ha mai conquistato. Oggi però c’è la Sidigas Avellino in vetta alla Classifica di Legabasket che sta insidiando il record dei cugini casertani. Come Aministratore unico e General Manager è stato nominato l’esperto Antonello Nevola, già General Manager con buona esperienza in Serie A con Avellino ed uomo che conosce bene il “mercato” e gli ambienti della Pallacanestro italiana. Infine c’è l’esperto e memoria storica della Pallacanestro casertana, Carlo Giannoni che rivestirà il suo ruolo di sempre: Segretario Generale. E naturalmente i due imprenditori, ancora sconosciuti alla ‘piazza’, ma a detta del presidente della Provincia, Giorgio Magliocca, appassionati e motivatissimi a riportare Caserta nel basket che conta.

Nella Conferenza stampa tenuta nella Sala Consiliare della Provincia, il presidente Magliocca dopo il saluto ai presenti, ha dato la parola al Presidente onorario Gianfranco Maggiò. “Sono felice di rivestire questo ruolo, perchè dall’anno 2004 sono stato assente come parte attiva nella Pallacanestro casertana e quindi nella Juvecaserta. Ho il compito di ricostruire i rapporti con la Federbasket e le Istituzioni cestistiche Nazionali, grazie alla mia esperienza maturata negli anni di una Pallacanestro però, molto diversa da questa attuale. Mio padre per la costruzione del Palamaggiò, ha dovuto sacrificare l’impossibile. Pensate che quando abbiamo conquistato la Finale di Coppa delle Coppe contro il Real Madrid, ad Atene dove arrivammo ad un passo dalla “leggenda”, il presidente del Real Madrid, Ramon Mendoza, ci fece i complimenti perchè eravamo l’unica Società in Europa ad essere proprietaria di uno splendido Palazzo dello Sport. E quindi a mio avviso, fin quando c’è il Palamaggiò in piedi, ci dovrà essere una squadra di basket che ci giochi. E quindi permettetemi di ringraziare il presidente Raffaele Iavazzi, per aver tenuto “in piedi” il Palamaggiò, anche con evidenti ristrutturazioni che stanno dando la possibilità di continuare a giocarci. E ringraziarlo ancora per aver messo a disposizione il marchio Juvecaserta per questa rinascita”. E questa dichiarazione del Presidente onorario Maggiò, suona come uno schiaffo a quella parte di “pseudo-tifosi casertani” e parte minima (fortunatamente…..) di stampa che contestano da sempre Raffaele Iavazzi; e che sicuramente gli andrà stretto un Campionato di Serie B. Si, perchè se tutto andrà liscio, il Basket a Caserta ripartirà dalla Serie B, con il titolo, appunto, del Venafro. E proprio sul Campionato di Serie B, Gianfranco Maggiò si sofferma, con un pezzo di storia della Juvecaserta. “Disputare un buon Campionato di Serie B non è affatto una vergogna. Lo dico per la mia lunga esperienza e vorrei farlo capire a quella parte di tifosi che sottovalutano ciò. Nel 1971 mio padre rilevò la Juvecaserta in Serie C e la portò in Serie B. Per salire in Serie A2 ci mise ben quattro anni! Poi fummo retrocessi e poi tornammo in Serie A2 nuovamente. E in Serie A1 ci arrivammo perchè, sempre mio padre, acquistò il titolo dell’Amaro Isolabella Milano. Quindi, io credo che ad oggi Caserta è una piazza si esperta di Pallacanestro, ma per le problematiche territoriali che tutti conosciamo, anche ripartire dalla Serie B diventa importante. Non credete che io non soffra sapere che a Caserta non c’è più la Pallacanestro ad un certo livello. Da quando ne sono uscito, ho comunque sempre seguito quella squadra che ha continuato ad usufruire dell’impianto costruito da mio padre. Quindi lo ribadisco: fino a quando ci sarà il Palamaggiò, ci sarà una squadra di basket”.

Dopo Gianfranco Maggiò ha preso la parola il neo Amministratore unico, Antonello Nevola. “Quando mi è stato offerto questo ruolo, sono rimasto contentissimo. Sapete che io non sono di Caserta, ma lavorare nel Palamaggiò è stato per me sempre un grande onore. Entro il 30 Gennaio acquisteremo la Società srl della Dynamic Venafro e in questi giorni sto lavorando per apportare qualche rinforzo in più di quello già aggregato alla squadra molisana, per poter meglio garantire la salvezza al Venafro e quindi la conservazione del titolo di Serie B”. A questo punto una domanda da parte di un presente, ha fatto intervenire anche il Segretario Generale, Carlo Giannoni. E’ stato chiesto il perchè proprio Venafro (forse per obiettivi commerciali espansionistici nel Molise da parte dei due imprenditori?) e non una squadra della provincia di Caserta (San Nicola Basket Cedri o Maddaloni). “Perchè Venafro già occupa un titolo di Serie B – dice Carlo Giannoni – mentre San Nicola e Maddaloni devono ancora conquistare la promozione e non si sa se vinceranno una delle due il Campionato. E per quanto concerne la parte Societaria, chiunque può venire e dire: voglio entrare in Società per questo nuovo progetto di rilancio del grande basket a Caserta. La porta è aperta a tutti coloro che vogliono investire nel Basket”. 

Poi, tornando ad Antonello Nevola, gli è stato chiesto se a fine stagione agonistica gli dovesse arrivare una proposta di un Club importante, lui cosa farebbe. “Ho preso un impegno ben preciso – dice Nevola – e quindi lavoro per questa occasione di rilanciare la Pallacanestro a Caserta. Poi nel ‘lungo termine’ non si può sapere cosa accadrà. Ora lavoriamo per ripartire, che sia Serie B o in caso molto eccezionale potrebbe essere anche la Serie A2″.

Dunque a Caserta si riparte! Grazie a queste persone, a questi imprenditori amanti del basket, al presidente della Provincia Giorgio Magliocca che vuole fortemente il suo Ente vicino al territorio. E Raffaele Iavazzi? Per ora ha messo a disposizione il marchio Juvecaserta e l’impianto che lui stesso ha in gestione. In più, sicuramente la sua Juvecaserta Academy sarà il principale serbatoio di giovani atleti per la nuova Società. E poi……poi si vedrà!


Scritto da Umberto De Maria


  • © 2013 - 2018 A.S.D. OMNIA SPORTS - C.F./P.Iva: 04258560616 - Tutti i diritti riservati
    Streambasket è testata giornalistica sportiva reg. Trib. Santa Maria C.V. n. 826 il 05/06/2014 - Direttore Responsabile: UMBERTO DE MARIA -
    email: streambasket@gmail.com Per la Redazione scrivere a: redazionestreambasket@gmail.com

    La collaborazione con il portale web StreamBasket.com è aperta a tutti ed è totalmente gratuita e non retribuita.
    Pertanto l'Associazione Sportiva Dilettantistica OMNIA SPORTS e la sua Direzione non sono vincolati verso coloro che producono articoli scritti e servizi in video ed audio, salvo accordi sottoscritti in precedenza.



Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Informativa Privacy | chiudi