BASKET CHAMPIONS LEAGUE- Avellino sugli scudi, battuto il Nymburk 80-63

Avatar Luca Amodio | 8 Novembre 2017

51 Views 0 Valutazioni Vota

Dopo la non brillante prova dello scorso 31 Ottobre contro i polacchi dello Zielona Gora, la Sidigas torna a misurarsi in Basketball Champions League, stavolta contro il Nymburk (Repubblica Ceca), per riprendere la corsa alla vetta della classifica del girone D che prima di questo match li vede al 7° posto, staccati di 3 lunghezze dalle capoliste Besiktas e Nanterre.

I quintetti:

Wells, Filloy, Rich, Leunen, Ndiaye per Avellino

Nymburk, Hruban, Benda, Lawrence, Diggs, Kriz per il Nymburk

PRIMO QUARTO: Il messaggio di Ndiaye è da subito chiarissimo: “Da sotto non si tira”. In difesa ci pensa infatti il senegalese a chiudere tutte le linee di penetrazione; dall’altro lato del campo il palcoscenico è preso da Rich che mette 3 canestri in fila e dà respiro all’attacco biancoverde. I cechi hanno però la mano calda da dietro l’arco e sono molto attivi a rimbalzo offensivo. L’impressione è che il Nymburk sia abile a muovere velocemente la palla, ma che in difesa soffra il superiore talento degli irpini, quello di Jason Rich su tutti (10 pt.). Il parziale si conclude col punteggio di 23-14 per la Sidigas.

SECONDO QUARTO: Rich è in totale stato di grazia e riprende da dove aveva lasciato, mentre Filloy comincia a dirigere l’orchestra ai suoi classici ritmi. I cechi continuano ad inseguire, ma ad eccezione di qualche fiammata di Ray hanno più di una difficoltà nel colpire la solida e reattiva difesa di Avellino. Sul finire di quarto ci provano Hruban e Lawrence a ricucire lo strappo, non senza successo; il Nymburk infatti rosicchia qualche punto ed all’intervallo il punteggio è di 42-36 per la Sidigas.

TERZO QUARTO: I giocatori in maglia nera sono una spina nel fianco a rimbalzo offensivo e mettono ripetutamente a segno punti su seconda opportunità, ma nonostante ciò, l’inerzia della partita è ancora della Scandone grazie ai canestri pesantissimi di Filloy e del solito Rich. Quando il numero 25 esce dal campo per rifiatare l’intero collettivo avellinese si accende, e il parziale di 12-6 firmato Scrubb, Wells, Ndiaye, con Leunen a comandare le operazioni, lancia la squadra di casa verso il quarto periodo. 61-50 Scandone.

QUARTO QUARTO: Fase molto confusa di gioco con tante palle perse e tiri sbagliati da entrambe le parti. Il tabellino si smuove quasi esclusivamente dalla lunetta e questo non dispiace di certo ad Avellino, che ha un vantaggio da gestire. La poderosa schiacciata e la successiva tripla di Wells a due minuti dalla fine rappresentano l’acqua che spegne il timido fuoco di rimonta dei cechi. Fra le mura amiche la Sidigas conquista una convincente vittoria per 80-63 e si rimette pienamente in corsa per il passaggio al turno successivo della manifestazione.

Avellino: Zerini, Wells 19, Ortner 6, Leunen 4, Scrubb 7, Filloy 16, D’Ercole, Rich 23, Ndiaye 5

Nymburk: Ray 10, Benda 5, Lawrence 12, Diggs 2, Peterka 7, Bohacik 4, Barac, Kriz 2, Vyoral 3, Hruban 18

Commenta con Facebook


Written by Luca Amodio


  • © 2013 - 2020 A.S.D. OMNIA SPORTS - C.F./P.Iva: 04258560616 - Tutti i diritti riservati
    Streambasket è testata giornalistica sportiva reg. Trib. Santa Maria C.V. n. 826 il 05/06/2014
    Direttore Responsabile: UMBERTO DE MARIA
    email: streambasket@gmail.com
    Per la Redazione scrivere a: redazionestreambasket@gmail.com

    La collaborazione con il portale web StreamBasket.com è aperta a tutti ed è totalmente gratuita e non retribuita.
    Pertanto l'Associazione Sportiva Dilettantistica OMNIA SPORTS e la sua Direzione non sono vincolati verso coloro che producono articoli scritti e servizi in video ed audio, salvo accordi sottoscritti in precedenza.