Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – L’AX Armani Milano vince a Venezia con un tripla nel finale di Vlado Micov.

Nel big match della 13à giornata di LBA, al PalaTaliercio, vanno in campo gli ultimi quattro scudetti, Milano si impone su Venezia per 70-71 grazie ad una tripla nel finale di Micov. È stato un match inteso ed equilibrato giocato con grande intensità fisica. Per la Reyer è la prima sconfitta in casa in campionato.

Primo periodo
De Raffaele parte con questo quintetto base: Stone, Chappell, Bramos, Mazzola e Watt. Messina replica con: Cinciarini, Roll, Micov, Scola e Gudaitis (fuori dai 12 per scelta tecnica Mack e White). Venezia parte forte 9-4 dopo 5 minuti di gioco con Watt e Bramos sugli scudi, Messina inserisce prontamente Rodriguez e Brooks; i nuovi assetti producono due triple di Roll che danno il primo vantaggio all’Olimpia, ci pensa capitan Bramos, con una bomba dall’angolo, a riportare avanti gli orogranata sul 15-12. I campioni d’Italia allungano sul +4, ma il Chacho, con una tripla, ricuce lo strappo; lo stesso spagnolo piazza un’altra tripla (è il suo decimo punto), allo scadere della frazione. Dopo i primi 10 minuti 19-20.
Secondo periodo
I lagunari, con Filloy e Vidmar, si portono velocemente avanti sul 26-22; Milano si affida al tiro della lunga distanza: prima Micov e poi Roll riportano avanti le scarpette rosse 26-28 al 13’. Il tabellone al minuto 15’ segna 28-31 con la bomba in punta di Cinciarini. Gli uomini di Messina tirano 7/10 da oltre l’arco. Il “professor” Micov segna 5 punti consecutivi per il (31-36) biancorosso. Per l’Umana sale in cattedra “Batman”Andrea De Nicola con la sua solita intensità unita alla capacità di servire i propri compagni e con la bomba di Bramos, la Reyer rimette la testa avanti 39-38. Il tempo si chiude sul pari 41.
Terzo periodo
Si rientra dall’intervallo con Milano subito avanti 45-50 grazie alle giocate di Luis Scola. L’Olimpia ricerca con continuità Tarczewski che piazza due canestri in sequenza, 48-54 al 27’. De Raffaele sistema la squadra con Daye da tre, Watt da ala forte e come centro Vidmar più Stone e Tonut per cercare di contrastare la forza fisica degli avversari. Si chiude il terzo quarto, 54-59.
Quarto periodo
Nei primi tre minuti le due squadre non segnano punti; le difese prendono il sopravvento sugli attacchi, ma i campioni d’Italia, in un amen, piazzano un parziale di 6-0 firmato Stone e Watt che porta i lagunari avanti 60-59 al 33’. Gli uomini di Messina a 4’45” dalla fine non hanno ancora messo punti a referto è Tarczewski a siglare due liberi che rompono “l’impasse” Olimpia. Austin Daye mette la tripla del 63-61 a 3’25” dalla sirena. Rodriguez impatta con i liberi sul pari 63. Venezia passa nuovamente a condurre con il “runner” di Bramos e subito dopo arriva il primo canestro dal campo biancorosso del quarto, 65-65, dall’altra parte ci pensa Daye a segnare la tripla del 68-65 a 1’39 dalla chiusura del match.
Venezia gioca una difesa spaventosa ma Rodriguez inventa una tripla che riporta in parità la partita. Watt sigla il +2 lagunare, Entriamo negli ultimi 28 secondi di partita, Brooks fa 0/2 dalla lunetta, cosi’ come Bramos, poi Micov a 4 secondi dalla fine piazza la bomba del +1 Milano, 70-71. Nell’ultima azione il tiro di Stone risulta corto. Finisce 70-71.

Umana Reyer Venezia – Olimpia Milano  70 – 71

Umana Reyer Venezia: Stone 3, Bramos 15, Tonut 5, Daye 17,  De Nicolao 3, Filloy 4, Vidmar 7, Chappell 7,  Watt 14. Coach: Walter De Raffaele.
A/X Armani Exchange Olimpia Milano: Della Valle, Micov 11, Biligha 1, Gudaitis 2, Moraschini, Roll 11, Rodríguez 19, Tarczewski 9, Cinciarini 5 Brooks 2, Scola 11. Coach: Ettore Messina.

Punteggi progressivi: 19 – 20, 41 – 41, 54 – 59, 70 – 71. Mvp: Vlado Micov