Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – Coach Bulleri buona la prima! L’Openjobmetis Varese si aggiudica il derby lombardo

...ma la Germani Brescia ha dominato per gran parte del match!

Parte subito con un derby lombardo il cammino della Openjobmetis Varese, che vede anche il primo successo da head-coach per Massimo Bulleri. E’ la Germani Brescia ad incrociare le armi per la prima giornata di LBA 2020 – 21. La compagine di Enzo Esposito si presenta ai nastri di partenza di questo Campionato con grandi ambizioni, dopo l’ottima stagione scorsa interrotta a causa della pandemia Covid-19. La prima frazione di gioco vede partire subito con uno 0 a 5 targato Crawford. Douglas da 3 risponde subito per il 3 a 5, ma e’ Kalinosky  ancora dall’arco a segnare per gli ospiti bresciani a cui risponde subito un preciso Scola da sotto misura per il 5 a 8 dopo 4′ di gioco. Ancora Kalinosky da tre punisce una Varese troppo chiusa nel pitturato per il minibreak del 6 a 11  Germani Brescia. Ruzzier in penetrazione fa spesso male agli esterni biancoblu con Varese che ritorna sotto di un punto (10 a 11).

La squadra di coach Bulleri sembra avere le idee chiare in attacco con i lunghi spesso a giocare fuori dall’arco; un po meno invece le percentuali di tiro da tre che nella prima frazione latitano per precisione e poca qualita’. Ci pensa De Vico a interrompere l’imprecisione al tiro  con due triple che mandano i suoi sul 17 a 16. Una gioia che dura poco perche’ i varesotti  soffrono spesso in post basso e non riescono ad arginare le iniziativa di Crawford e Moss che riportano Brescia avanti sul  17 a 23 massimo vantaggio della gara che chiude anche il primo quarto. Nella seconda frazione ancora De vico e Scola cercano di riportare i biancorossi in scia, ma 5 punti consecutivi di Cline ricacciano ancora indietro i padroni di casa; la difesa sul pick and roll diventa spesso il problema numero uno per coach Bulleri, con Scola spesso chiamato ad uscire dall’area dei 3″ che genera lenti recuperi che permettono alla Germani di avere sempre un ottima circolazione di palla, producendo così il massimo vantaggio della gara con gli uomini di Esposito che chiudono la prima meta’ di gara sul 33 a 44.

La terza frazione  parte con la solita Varese che spara a salve dalla lunga distanza fino a quando Ruzzier al quarto tentativo mette la tripla del 36 a 44. Tony Douglas si ricorda di essere un ex giocatore NBA e in un amen Varese e’ di nuovo in scia in fase di sorpasso: al 26′ sul 46 – 47. Bortolani per la Germani Brescia dall’arco ne “infila” ben tre, ma Brescia ha letteralmente perso fluidità e qualità nel suo gioco, dilapidando in pochi minuti 11 punti di vantaggio e  togliendo il piede dall’acceleratore troppo presto. Ancora Crawford tenta di allungare per i suoi, ma uno straordinario De vico 3\ 4 dall’arco dei tre punti e un ‘infinito’ Scola fissano il punteggio sul 59 pari di fine terzo quarto, frazione che ha visto i padroni di casa alzare notevolmente l’intensità difensiva anche grazie ad un straordinario De Nicolao che ha fatto davvero un lavoro egregio contro avversari spesso piu grossi  di lui.

Anche nel quarto conclusivo la gara vive di fiammate con le due contendenti che spesso si alternano avanti nel punteggio, ma tutto sembra girare intorno a Luis Scola e la sua immensa classe. L’argentino innesca un bellissimo duello con Ristic che in post basso rende la vita dura a una Varese che in quella posizione con l’uscita per 5 falli dell”ottimo Morse soffre le pene dell’inferno. Ma a 50″ dalla sirena finale, la gara sembra finalmente avere un padrone. Scola con due liberi e con un sottomano delizioso dopo un bellissimo gioco sul piede perno sembra chiudere la contesa con Varese avanti 80 a 76 a 13″ dalla fine. Sembra, ma non e’ cosi’! Perchè l’alterno Chery con una bomba veloce dopo l’uscita dal time out porta  i suoi sul 79 a 80. Ruzzier dopo il fallo sistematico avversario fa 1\2 dalla lunetta lasciando a Crawford la possibilità addirittura di poter tirare per vincere la gara. L’ex capocannoniere del nostro campionato prende posizione in post basso e con un fantastico feedaway  insacca il canestro del 81 a 81; a nulla vale l’ultima preghiera di Scola che in precario equilibrio a malapena scheggia il ferro. Si va così al tempo supplentare.

Nell’ over time regna sovrano l’equilibrio fino a che un eroico Scola (ancora lui…) cattura un rimbalzo d’attacco d’importanza capitale, che unite alle due triple di T. Douglas fanno scappare definitivamente Varese sul 94 a 89, punteggio questo che chiude i giochi contro una Germani Brescia che ha le ha tentate tutte per portare a casa i due punti in palio.  

OPENJOBMETIS VARESE – GERMANI BASKET BRESCIA  94 – 89

Varese: Morse 4, Scola 23, De Nicolao 7, Jakovics 2, Ruzzier 13, Andersson 3, Strautins 12, De Vico 14, Ferrero 5, Douglas 11. N.e. Librizzi e Virginio. Coach: Bulleri

Brescia: Cline 16, Vitali L. 7, Parrillo, Chery 12, Bortolani 5, Ristic 8, Crawford 19, Burns 2, Kalinoski 10, Moss 6, Sacchetti 4, Ancellotti. Coach: Esposito.

Arbitri: Begnis – Grigioni – Dori

Punteggi parziali: 17 – 23, 33 – 44, 59 – 59, 94 – 89.