Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – A.A.A. intensità cercasi: Sidigas Avellino, è crisi

Una Sidigas Avellino apatica e priva di intensità si arrende ad una il autorevole Virtus Bologna, che vince con il punteggio di 88 – 66. Gli uomini di coach Vucinic restano in partita per un solo quarto, con Bologna che prende il largo nel secondo quarto con un parziale di 19-2 e gestisce il match fino al termina senza alcun patema. L’MVP del match è Amath Mbaye, autore di 19 punti, con 5/6 dall’arco.

PRIMO QUARTO: Al contrario di quanto ci si aspettava, il match parte subito ad alti ritmi, con Filloy e Moreira sugli scudi, con le due squadre che sembrano non sentire l’importanza del match (12 – 15). Aradori e Taylor sfruttano bene la transizione e guidano gli emiliani nel parziale di 10-3, che costringe coach Vucinic al time out (22 – 18). La sospensione dà gli effetti sperati, con gli irpini che piazzano un mni break di 7-1 riportandosi in vantaggio (23 – 25). Un grande gioco da 3 punti di Sykes batte la sirena, e Avellino va al mini-intervallo in vantaggio col punteggio di 27 – 28.

SECONDO QUARTO: Dopo un primo quarto silente, si sveglia Kevin Punter, che in un amen sigla 5 punti, porta i suoi a 4 lunghezze di vantaggio e costringe coach Vucinic ad un altro time out (34 – 30). Gli irpini escono malissimo dal time out, perdendo palla nella propria metà campo per due volte consecutive, con il parziale che si allunga a 17-2 con la tripla di Baldi Rossi (44 – 30). La Sidigas mostra il suo volto peggiore, con nessun canestro dal campo dopo quasi 9 minuti di gioco e con poco mordente in difesa (51 – 35). Filloy segna il primo canestro dal campo dei lupi a 1’14” dalla fine con un gioco da 3 punti, ma non cambia l’andamento del match. Bologna va al riposo lungo con 15 lunghezze di vantaggio (53 – 38).

TERZO QUARTO: La Sidigas prova a reagire ad inizio quarto, ma il gap è molto ampio e Bologna continua a sfruttare il grande talento di Punter e Aradori per costruirsi tiri in isolamento (62 – 46). Sykes prova a rispondere alla grande prova balistica di Mbaye, ma in Emilia piovono triple e Aradori riporta i suoi a 17 lunghezze di vantaggio (70 – 53). Sykes ancora una volta batte la sirena e dona una, seppur minima, speranza agli irpini (70 – 56).

QUARTO QUARTO: La Sidigas Avellino appare a dir poco rinunciataria e sembra non voler nemmeno provare a recuperare il gap, Bologna sente l’odore del sangue e con la tripla di Pajola raggiunge i 20 punti di vantaggio (79 – 59). La seconda metà del quarto quarto è puro garbage time, la Virtus annichilisce la Sidigas Avellino vincendo con autorevolezza con il punteggio di 88 – 66.

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – SIDIGAS AVELLINO: (27 – 28; 38 – 53; 70 – 56; 88 – 66)

VIRTUS SEGAFREDO  BOLOGNA: Venturoli ne, Taylor 13, Kravic 12, Pajola 8, Aradori 15, M’Baye 19, Martin 6, Baldi Rossi 4, Berti ne, Moreira 6, Punter 5, Cappelletti ne.

SIDIGAS AVELLINO: Filloy 18, Silins, Sykes 25, Young 10, Green 8, Ndiaye 2, D’Ercole, Harper, Campogrande 3, Sabatino ne, Campani, Guariglia ne.