Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LEGADUE Ovest – La Givova Scafati domina su Roma!

Naimy e la vittoria fanno nuovamente capolino al PalaMangano e permettono alla Givova Scafati di conquistare due punti preziosi nella corsa al primo posto della griglia play-out del girone ovest. Il rientro a pieno regime dell’israeliano nel roster ha contribuito al meritato successo con cui i gialloblù sono riusciti a sbarazzarsi dell’Unicusano Roma, fresca di qualificazione ai play-off. Contro i capitolini si è vista una Givova lucida, determinata e gagliarda, che ha meritato il successo, uscendo dal campo tra gli applausi dei propri sostenitori, acquisendo quella fiducia e quell’ottimismo indispensabili alla vigilia del big match di Pasqua in trasferta contro la Viola Reggio Calabria, fondamentale in chiave play-out.
Comincia di gran carriera la società laziale, trova la via del canestro con continuità, gioca di squadra e difende forte, portandosi in vantaggio 3-8 al 3’. La mano calda di Jackson dalla lunga distanza (tre canestri di fila), permette ai locali di trovare il primo vantaggio al 4’ (11-8). E’ un buon momento per la truppa scafatese, che difende con aggressività e va a canestro con precisione, piazzando un break di 12-0, che vale il +7 (15-8 al 7’). Roma si affida all’esperienza di Maresca e all’esplosività di Baldasso per restare in partita (18-17 al 9’) e non far scappare l’avversario già dalla prima frazione (23-22).
Sotto le plance si lotta come leoni nei primi minuti del secondo periodo, che si mantiene in equilibrio, fino alla tripla di Maresca, che vale il ritrovato vantaggio ospite (29-30 al 14’), e i canestri del dinamico Brown (29-34 al 15’). Ci pensano Jackson e Ammannato a riportare il punteggio in parità (34-34 al 16’). Il gioco è rapido e spettacolare e Scafati, con Fantoni e Naimy, riesce a portarsi avanti 45-38 al 18’, facendosi rosicchiare qualcosina prima dell’intervallo (50-47).
Il ritmo elevato caratterizza le prima fasi di gioco della ripresa, nelle quali gli statunitensi Brown e Raffa sono i principali protagonisti (58-58 al 24’). La risposta dei locali è affidata ai centimetri di Fantoni e alle mani di Jackson, tra gli artefici del break di 11-0 che rilancia le ambizioni scafatesi (69-58 al 25’). L’Unicusano prova ad imbrigliare l’attacco di casa disponendosi a zona e ci riesce, nonostante Scafati sbagli dei tiri aperti con i suoi principali terminali, perché, grazie al solito Brown, termina sotto di misura la terza frazione (75-74).
E’ positivo l’impatto dei gialloblù con l’ultima frazione. Fantoni e Santiangeli sono tra gli artefici del ritrovato importante vantaggio (80-74 al 32’), che poi viene sapientemente gestito (86-81 al 35’). I laziali, trascinati da Maresca, Landi e Raffa provano nuovamente la difesa a zona, ma Scafati stavolta non si fa sorprendere, appoggiando il gioco sotto su Fantoni e non affidandosi solo al tiro da tre punti e ritrova tra i protagonisti anche Crow e Naimy, che infiammano il PalaMangano e trascinano la Givova alla vittoria per 109-98. Un successo che assume una importanza basilare alla luce della contemporanea sconfitta del Basket Agropoli (aritmeticamente retrocessa) e Viola Reggio Calabria, che tiene apertissima la corsa al terzultimo posto nel girone.

GIVOVA SCAFATI – UNICUSANO ROMA  109 – 98

SCAFATI: Dobbins n. e., Di Palma n. e., Crow 10, Izzo, Lupusor 6, Fantoni 29, Naimy 11, Ammannato 7, Jackson 34, Santiangeli 12. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Di Martino Umberto.
ROMA: Brown 31, Raffa 22, Piccolo, Lentini n. e., Maresca 16, Chessa 3, Sandri 6, Baldasso 10, Landi 8, Vedovato 2. ALLENATORE: Ramondino Marco. ASS. ALLENATORI: Valentini Andrea e Fabrizi Andrea.
ARBITRI: sig.ri Galasso Martino di Siena, Foti Daniele Alfio di Vittuone (Mi) e Wassermann Stefano di Trieste.
NOTE: Parziali: 23-22; 27-25; 25-27; 34-24. Tiri dal campo: Scafati 35/66 (53{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}); Roma 41/78 (53{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}). Tiri da due: Scafati 22/39 (56{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}); Roma 31/48 (65{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}). Tiri da tre: Scafati 13/27 (48{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}); Roma 10/30 (33{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}). Tiri liberi: Scafati 26/29 (90{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}); Roma 6/6 (100{64d8b9eab1764c880d7e00fd72858fbc3be40809d276417bf71dad3c94a72c99}). Falli: Scafati 16; Roma 27. Usciti per cinque falli: Brown. Espulsi: nessuno. Rimbalzi: Scafati 32 (25 dif.; 7 off.); Roma 34 (23 dif.; 11 off.). Palle recuperate: Scafati 3; Roma 4. Palle perse: Scafati 10; Roma 10. Assist: Scafati 23; Roma 31. Stoppate: Scafati 1; Roma 1. Spettatori: 1.400 circa.

[sz-youtube url=”https://youtu.be/nrDF9i0knAs” /]