Basketball World Cup 2019 – Italbasket si ‘congeda’ dal Mondiale con una vittoria dopo l’overtime: sconfitto Porto Rico 94-89

Avatar Enrico Longo | 8 Settembre 2019

67 Views 5 On 1 Rating Vota

 

In seguito alle sconfitte maturate con Spagna e Serbia, Italbasket e Porto Rico si giocano il 3° posto nel Girone J. Piazzamento non valevole per i quarti di finale del Mondiale. A Wuhan a prevalere è l’Italia. Dopo 45 minuti vince 94-89.

PRIMO QUARTO

Meo Sacchetti per l’ultima partita cambia un quinto del quintetto e inserisce dalla palla a due Awudu Abass, lasciando in panchina Luigi Datome. Porto Rico comincia meglio e realizza, con Jorge Diaz e Renaldo Balkman i primi 4 punti della serata, che, intervallati da 2 punti azzurri, diventano 8 e costringono Sacchetti al primo time out. L’Italbasket risponde con un parziale di 5 punti. Si vede già sul parquet Ariel Filloy, non entrato contro la Spagna. Il quarto inaugurale è di marca portoricana, grazie a un ispirato Gary Browne (9 punti in 8 minuti). L’ultima azione, segnata dal rimbalzo in attacco di Angel Rodriguez e il successivo layup sulla sirena, vale il +11. 24-13 a favore di Porto Rico.

SECONDO QUARTO

Danilo Gallinari smuove il suo tabellino all’inizio della seconda frazione, ma i problemi a rimbalzo persistono. Dopo 12 minuti, i caraibici hanno catturato 7 rimbalzi offensivi, mentre l’Italia nemmeno uno. La tripla di Gian Clavell doppia nel punteggio Hackett e compagni (35-17). Il “fanno quello che vogliono” pronunciato da Sacchetti nel timeout è la sintesi perfetta di ciò che succede in campo. È troppo evidente la differenza di intensità tra le due nazionali e il gap continua inesorabilmente ad allargarsi. All’intervallo, l’Italia è sotto di 20 (27-47) con solo 8 canestri dal campo realizzati su 27.

TERZO QUARTO

Parte bene l’Italia e sembra che la pausa le abbia fatto bene. Paul Biligha appoggia al vetro e Gallinari completa un gioco da tre. Tornano però, puntuali, le problematiche che avevano caratterizzato i precedenti periodi. Troppi contropiedi e tiri aperti concessi ai ragazzi di Casiano. Le percentuali al tiro continuano a essere bassissime. È dai giocatori che si “alzano dalla panchina” che nasce il tentativo di rimonta. Abass prima e Tessitori dopo, insieme a un solito combattivo Biligha, portano i loro a -14. 50-64.

QUARTO QUARTO

Due canestri dall’arco della coppia Filloy-Belinelli e la fase difensiva fanno sì che l’Italbasket ritorni sotto la doppia cifra di svantaggio (56-64). L’attacco portoricano si inceppa e, dall’altra parte, gli Azzurri sembrano ritrovare fiducia, energia e orgoglio. A completare la rimonta è il 2 su 2 ai liberi di Gallinari e la schiacciata in solitaria di Abass a 5.18 minuti dal termine (70-68). L’asse, quasi inedito, Belinelli-Tessitori è quasi letale. Ma ancora una volta tutto quello che si era costruito viene gettato via. Porto Rico non si arrende e trova un insperato pareggio. 83-83.

OVERTIME

Più tiri liberi che gioco, si va spesso in lunetta. L’Italia è più brillante, chiude la pratica sul 94-89 e conquista il 3° posto nel girone, piazzamento che comunque non le consente di avanzare. Gallinari (22), Belinelli (27), Tessitori (12) , Biligha (10) e Abass (14) sono i 5 giocatori in doppia cifra dell’Italia. Balkman è il top scorer dei caraibici con 14 punti.

ITALIA: Della Valle, Belinelli 27, Gentile ne, Biligha 10, Brooks, Gallinari 22, Datome ne, Hackett 3, Tessitori 12, Filloy 6, Abass 14, Vitali ne. All. Sacchetti

PORTO RICO: Pineiro 6, Clemente 9, Collier 7, Browne 13, Diaz 3, Rodriguez 13, Clavell 6, Huertas 11, Balkman 14, Franklin 7, Brady, Mojica. All. Casiano

Commenta con Facebook


Scritto da Enrico Longo


  • © 2013 - 2019 A.S.D. OMNIA SPORTS - C.F./P.Iva: 04258560616 - Tutti i diritti riservati
    Streambasket è testata giornalistica sportiva reg. Trib. Santa Maria C.V. n. 826 il 05/06/2014 - Direttore Responsabile: UMBERTO DE MARIA -
    email: streambasket@gmail.com Per la Redazione scrivere a: redazionestreambasket@gmail.com

    La collaborazione con il portale web StreamBasket.com è aperta a tutti ed è totalmente gratuita e non retribuita.
    Pertanto l'Associazione Sportiva Dilettantistica OMNIA SPORTS e la sua Direzione non sono vincolati verso coloro che producono articoli scritti e servizi in video ed audio, salvo accordi sottoscritti in precedenza.