Webzine di approfondimento dedicato al basket, partite ed eventi, dirette live in streaming video e audio

LBA – La Sidigas Avellino non si ferma più: battuta Pistoia e blindato il secondo posto

La Sidigas Avellino, non senza fatica, batte la Oriora Pistoia 82 – 78 e chiude il girone di andata al secondo posto. Partita complicata sin dall’inizio per gli uomini di coach Vucinic, con i toscani bravi a sfruttare l’attuale differenza di livello tra le due panchine. L’MVP del match è Demetris Nichols, autore di 20 punti, 11 rimbalzi e 6 assit, per un 29 di valutazione.

PRIMO QUARTO: Coach Vucinic schiera in quintetto Sykes, Filloy, Nichols, Green e Young, mentre coach Ramagli risponde con i due Johnson, Peak, Auda e Kroubally. Match subito scoppiettante, con gli irpini che fanno fatica a segnare da fuori e permettono ai toscani di correre in contropiede con Kroubally (7 – 11). Gli irpini stringono le maglie in difesa e con un Sykes indemoniato piazzano in un amen un parziale di 9-0, riportandosi in vantaggio (16 – 11). Dopo la strigliata di coach Ramagli, Peak e compagni reagiscono e rimettono la testa avanti con due triple, che puniscono brillantemente la zona di coach Vucinic (16 – 17). L’aperto buzzer beater di Bolpin fissa il punteggio finale della prima frazione di gioco sul 20 – 19.

SECONDO QUARTO: La Oriora a trazione italiana piazza un minibreak di 7-0 con severini e bolpin, costringendo coach Vucinic a parlarci su (20 – 26). Al rientro è ancora Pistoia a cercare di fuggire con la prima tripla di Johnson, ma ancora una volta Sykes ricuce lo strappo con altre due triple (26 – 29). La Scandone prova a riavvicinarsi con Green e Sykes, ma la panchina dei toscani continua a far male agli irpini, questa volta con Martini (31 – 37). La squadra avellinese appare stanca e commette molte ingenuità in entrambe le metà campo, ma con i liberi di Green riesce a restare in partita, andando al riposo lungo con il punteggio di 37 – 44.

TERZO QUARTO: Tutt’altra Scandone quella che ad inizio terzo quarto piazza in un amen un parziale di 10-2, riportandosi avanti (47 – 46). Pistoia è dura mentalmente e, nonostante la perdita di Kerron Johnson per infortunio, reagisce e si riporta a 4 lunghezze di vantaggio (50 – 54). Johnson, con esperienza, provoca il quarto fallo di Sykes, costringendolo ad uscire dal campo (54 – 58; Filloy sale in cattedra e con punti e assist sopperisce brillantemente all’assenza del nativo di Chicago, trascinando i suoi al nuovo vantaggio con cui si chiude il quarto (63 – 62).

QUARTO QUARTO: Ad inizio ultimo periodo sale in cattedra Nichols, che con 4 punti in fila dona 5 lunghezze di vantaggio ai suoi (67 – 62). Ramagli prova a parlarci su, ma Filloy caccia dal cilindro un immaginifico gioco da 4 punti, correggendo il massimo vantaggio irpino (71 – 62). La risposta della Oriora non si fa attendere e con due triple di Peak e Auda si riporta ad un solo possesso di svantaggio (71 – 68). Filloy prova a chiudere la partita con una tripla, ma risponde subito Krubally (76 – 74) a 1’50” dalla fine. Lo stesso italo-argentino ha la possibilità di chiudere il match con una tripla, che tuttavia fallisce, lasciando a Pistoia 17″ per colmare il gap di 2 punti (78 – 76). Peak fallisce la tripla del vantaggio e Filloy chiude il match dalla lunetta. La Sidigas Avellino vince la settima consecutiva con il punteggio di 82 – 78.

SIDIGAS AVELLINO – ORIORA PISTOIA: ( 20 – 19; 37 – 44; 63 – 62; 82 – 78)

SIDIGAS AVELLINO: Young 2, Green 19, Nichols 20, Filloy 18, Sykes 23, D’Ercole, Campogrande, Campani, De Meo ne, Bianco ne, Spizzichini.

ORIORA PISTOIA:  K. Johnson 7, Peak 15, Krubally 21, Auda 13, D. Johnson 5, Querci ne, Martini 2, Di Pizzo ne, Della Rosa 3, Bolpin 10, Severini 2.